Loading

Argentina - Salita al Cerro Mercedario

Informazioni

Date: 10 novembre

Luogo: ARGENTINA

Quota: da € su richiesta

Difficoltà: impegnativo

Disponibilità: Alta

PDF: Scarica il Programma Salita al Cerro Mercedario 2017

Descrizione

NUOVO ITINERARIO DI TREKKING IN ARGENTINA!

ORGANIZZABILE SU RICHIESTA. CONTATTATECI PER INFORMAZIONI.
PERIODO CONSIGLIATO: DA NOVEMBRE A FEBBRAIO 2017.


Pochi sono i paesaggi che possono regalare misticismo, incanto e silenzio come la Cordigliera delle Ande.
Un’esperienza indimenticabile tra nevi millenarie, una fauna endemica e una vegetazione inimmaginabile per bellezza e varietà, e sentieri nascosti tra ruscelli e sorgenti naturali.
La cordigliera delle Ande è per tutti gli alpinisti una delle catene montuose più difficili da scalare e la salita al Cerro Mercedario non è per tutti.
Il Cerro Mercedario è la quarta cima dell’America. Mitica montagna della suggestiva Cordigliera della Ramada, nella provincia di San Juan, è stata scalata per la prima volta dagli Inca, che ne hanno raggiunto la cima innevata, a 6.770 m, per rendere omaggio al dio Sole.
Gli alpinisti dei nostri giorni che rientrano da questa esperienza hanno negli occhi i cieli notturni tempestati di stelle, così luminose che sembra di poterle afferrare allungando un braccio verso l’alto.
La via più conosciuta per salire il Mercedario è lungo il versante nord, anticamente utilizzata dagli Inca, che porta attraverso il Ghiacciaio della Ollada. Conosciuta in questo caso non è sinonimo di semplice. L’ascensione richiede almeno una decina di giorni di trekking tra valli e cime di commovente bellezza, circondati da ghiacciai e da spettacolari cascate. La via nord non è l’unica via d’ascesa. Sul fianco est si può salire seguendo il percorso noto dal nome Ghiacciaio Caballito. Sul fianco ovest la salita è più ardua per l’estrema verticalità della sua facciata, oltre ad essere rischiosa. Questa è la rotta chiamata Argentina. Dal campeggio sul versante sud si può accedere alle altre vette della Cordigliera della Ramada: Picco Polacco (6.000 m); la Tavola (6.100 m); Anima Nera (6.200) e la Ramada (6.300 m). Le spedizioni partono, in tutti i casi, dalla località di Barreal, nel dipartimento Calingasta.

Itinerario

Giorno Itinerario
1°/2° Milano - San Juan
San Juan - Barreal
T Barreal – El Molle (2.400 m)
T El Molle – Guanaquitos (3.600 m)
T Guanaquitos – Ghiacciaio Caballitos (4.300 m)
T Guanaquitos (3.600 m)
T Guanaquitos – Cuesta Blanca (4.200 m)
T Guanaquitos (3.600 m)
10° T Guanaquitos (3.600 m) – Cuesta Blanca (4.200 m)
11° T Cuesta Blanca (4.200 m) – Pircas de Indios Inferior (5.280 m)
12° T Pircas de Indios Inferior (5.280 m)
13° T Pircas de Indios Inferior (5.280 m) – La Hoyada (5.750 m)
14° T La Hoyada (5.750 m) - Salita alla Cima (6.770 m)
15°/16° T La Hoyada (5.750 m) giornate extra in caso di maltempo
17° T La Hoyada (5.750 m) - Guanaquitos (3.600 m)
17° T Guanaquitos (3.600 m) – Barreal
18° Barreal – San Juan – Buenos Aires
19° Milano

T = giorni di trekking

Quota di partecipazione

EuroViaggio
su richiesta min 2 pax

Contatti

Security code

P.s.: Per favore, controlli che il suo indirizzo e-mail sia corretto, altrimenti non avrà risposta.
Le informazioni inserite in questo modulo verranno utilizzate da focus-italia.com esclusivamente per rispondere alle vostre richieste e in nessun modo verranno divulgate a terzi.
I dati personali che ci fornite sono tutelati dal D.Lgs. del 30.06.2003, n.196.

Viaggia con noi...

  • ...con la nostra App
    App Store