Pronti a partire? Idee di viaggi e trekking per l'estate 2019!

24-03-2019

Siete alla ricerca di ispirazione per le vostre vacanze estive, o di viaggi già confermati?

Ecco qui una piccola selezione tra i nostri possibili viaggi e trekking per l'Estate 2019.

Non sono tutti quelli che potete fare, ma qui trovate un buon mix di viaggi e trekking individuali o di gruppo, a volte con partecipanti provenienti da tutto il mondo altre volte con soli italiani e che coprano i 5 continenti.

Russia: salita all'Elbrus - Partenze estive di gruppo
Il programma dei primi giorni costituisce un ottimo allenamento per la salita alla vetta principale dell’Elbrus, la più alta vetta europea, nata dai resti di due crateri gemelli, che si presenta a forma di cono ammantato di ghiacci perenni. La salita alla vetta non presenta grandi difficoltà alpinistiche ma le condizioni ambientali, che qui variano rapidamente, possono costituire l’elemento di maggior rischio. La salita all’Elbrus parte da un modesto rifugio raggiungibile con la funivia.

Guatemala: tour di gruppo
Questo viaggio di gruppo in Guatemala unisce alla visita delle attrattive più classiche e note, come Antigua, Atitlan, Tikal e il colorato mercato di Chichicastenango, un Guatemala più selvaggio e nascosto, arrivando fino all'estremità orientale del Paese, dalle atmosfere caraibiche. Non mancherà un'incursione in Honduras per visitare il sito di Copan.

Sudafrica: tour di gruppo
Riserve faunistiche, città cosmopolite, stazioni di villeggiatura montana, spiagge incontaminate; leoni e diamanti, antiche fortezze e danze tribali, crepitanti fuochi da campo e i richiami inquietanti dell’aquila pescatrice. Durante il giorno è possibile dedicarsi alla scoperta delle innumerevoli attrazioni paesaggistiche, alla visita di musei e gallerie d’arte, divagarsi con le attività sportive. La vita notturna offre un’ampia scelta di bar, cabaret, ristoranti e locali con gli spettacoli più vari. Lo scenario è meraviglioso, il clima è mite e soleggiato e la cordiale ospitalità del paese è ormai leggendaria. Ecco perché una vacanza in Sudafrica non può essere considerata una semplice vacanza.

Uganda: Gorilla Adventure
Viaggio in Uganda della durata di 8 giorni per l'avvistamento dei gorilla di montagna. Visiteremo il Bwindi National Park (Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco), dove i Ranger ci guideranno in piccoli gruppi alla ricerca dei gorilla di montagna. In questo parco vivono circa 350 esemplari (la metà dell’intera popolazione mondiale di questa specie!): le possibilità di incontrarli sono molto alte. Concluderemo il viaggio con la visita del Queen Elizabeth Park, passando per Ishasha, dove con un po’ di fortuna potremo vedere i leoni arboricoli. Al Queen Elisabeth NP vivremo l’emozione di un safari classico dove vedremo i felini in azione e di un safari fluviale sul fiume Kazinga per vedere bufali e ippopotami!

Kirghizistan: Pik Lenin
Il Pik Lenin è una delle più alte vette del Pamir: tocca i 7134 metri. Si trova al confine tra la regione di Oš in Kirghizistan e la provincia autonoma del Gorno-Badakhshan in Tagikistan, ed è la seconda più alta vetta dei due paesi dopo il picco Ismail Samani (7.495 m). Fa parte della catena del Trans-Alaj. Un'avventura in un paese magico ed in una natura integra ed incontaminata.

Perù: Manco Capac in gruppo
Splendido viaggio di 15 giorni che copre le zone più importanti e suggestive del Perù meridionale costiero e andino. Il viaggio include una bellissima escursione alla montaña Palcoyo, nella Valle Rossa, una seconda Montagna Arcobaleno, meno conosciuta turisticamente rispetto al Monte Vinicunca, noto anche come la Montagna dei Sette Colori, ma altrettanto suggestiva.

Vietnam: tour in piccoli gruppi
Un viaggio in Vietnam è un viaggio alla scoperta di un Paese ricco di contrasti. Se da una parte si respira aria di rinnovamento, progresso economico e culturale, visi sorridenti, desiderio di migliorarsi e crescere in ogni settore, di restare al passo coi tempi, dall'altra si può ancora godere della bellezza incontaminata dei suoi paesaggi e delle sue antichissime tradizioni. Si scopre così un Vietnam leggendario, capace di lasciarsi alle spalle il rumore delle sue vivacissime città per incontrare una campagna piacevole, il profumo delle risaie, ragazze dai tipici cappelli di paglia e bambini sul dorso dei grandi bufali d’acqua.

Perù: la Cordillera Blanca
A poche ore di bus da Lima si estende una delle zone del Perù più conosciute fra gli appassionati di trekking. Si tratta della Cordillera Bianca, che per varietà del suo paesaggio e per il gran numero di cime concentrate in un'unica regione di facile accesso costituisce il sogno di ogni escursionista. Con il trekking proposto si percorrono alcune delle valli della Cordillera Bianca, con possibilità di salire alla vetta del Nevado Pisco (5900 m.): questa è una salita che non presenta difficoltà particolari, ma che fa ugualmente assaporare la gioia dì una vetta andina. Stupendi, durante il percorso, i colpi d’occhio su una dozzina di vette di circa 6000 metri, ghiacciai e lagune azzurre. Si attraversano piccoli centri abitati dove si ha la possibilità di venire a contatto con la dura vita del "campesino" andino, ammirandone la forza e la caparbietà necessarie per sopravvivere in questa "dura terra" e soprattutto a queste quote.

Pakistan: Trekking Campo Base K2 - Baltoro
Questo trekking di 22 giorni è un trek di grandissimo fascino, a stretto contatto con l’imponente paesaggio del Karakorum. Da Islamabad, capitale del Pakistan, si arriva via terra a Skardu, percorrendo la Karakorum Highway, e da lì si raggiunge Askole, vero e proprio punto di partenza del trekking. Il percorso a piedi si snoda attraverso la grande valle del fiume Braldu, risale il Ghiacciaio Baltoro, fino a raggiungere l’immenso Circo Glaciale di Concordia. Si prosegue lungo il Ghiacciaio Godwin Austen, incontrando prima il Campo Base del Broad Peak e poi il Campo Base del K2. Un trekking e un’esperienza di vita indimenticabili per ogni alpinista!

Mongolia: nella terra di Gengis Khan - Gruppi internazionali
Questo viaggio in Mongolia vi permette di partire anche se siete da soli, perché potrete aggregarvi ad un gruppo internazionale. Partendo da Ulan Bator percorrerete oltre 1550 km in comode jeep 4x4, attraversando le splendide steppe deserte, incontrando accampamenti nomadi, per raggiungere il sud della Mongolia, fino al Deserto del Gobi. Durante il tour visiterete Ulan Bator, la capitale, le rovine di Kharkhorin, l’antica capitale del Grande Impero Mongolo, il Monastero di Erdenezuu, raggiungerete il Gobi Centrale per visitare il Monastero di Ongi. Da lì vi addentrerete nel cuore del Deserto del Gobi per ammirare le “rocce fiammeggianti” di Bayanzag e la Valle delle Aquile, con il suo fiume ghiacciato che scorre all’interno di uno stretto canyon, nel bel mezzo del deserto. Sarete sempre accompagnati da un'esperta guida locale parlante inglese e avrete il vantaggio di un ottimo prezzo, anche se doveste essere solo in due a partire! Un meraviglioso viaggio avventura per visitare le attrattive principali di un Paese sconfinato.

Giappone: tour di gruppo
Questo viaggio in Giappone è pensato per chi visiti il Paese per la prima volta e abbia voglia di andare oltre le grandi città nipponiche. Lasciatevi incantare dal vostro primo incontro con il Giappone! In questo tour di gruppo in Giappone abbiamo unito le tappe più belle per un viaggio indimenticabile, con guida in italiano, bus privato e treni superveloci. Le città moderne di Tokyo, Osaka e Hiroshima si alterneranno alle più tradizionali Kyoto, Nara e Kanazawa. Potremo vedere patrimoni Unesco come il bianco castello di Himeji, per poi raggiungere l’isola di Miyajima, dove si dice convivano uomini e Dei, famosa per lo splendido Santuario di Itsukushima, su palafitte, e il suo portale posto in acqua. Altro Patrimonio Unesco che visiteremo sarà il villaggio montano di Shirakawa-go. Ci potremo immergere nel vero relax in stile giapponese nel rinomato distretto termale di Kaga Onsen e potremo scegliere diversi tour opzionali per visitare Kamakura, Hakone, la verde foresta di bambù di Arashiyama e i vicoli misteriosi del quartiere delle geishe di Gion. Un viaggio per gli amanti delle grandi emozioni.

Mesoamerica: viaggio di gruppo
Nella giungla lussureggiante, regno del giaguaro e del coccodrillo, colorata dai tucani e dai grandi pappagalli, nacque e prosperò una delle civiltà più affascinanti del "nuovo mondo": la civiltà Maya. L'itinerario porta dal Guatemala alla penisola dello Yucatan, una delle regioni più ricche di storia e reperti Maya di tutto il Messico. Da Antigua, l'antica capitale guatemalteca dalle evidenti tracce coloniali, a Chichicastenango, con il suo mercato indio, forse il più vivo e interessante di tutta l'America Latina. Un piccolo universo, dove dominano paesaggi di grande naturalezza, come l’immenso lago Atitlan e la fitta foresta tropicale. In Guatemala visiteremo l'imponente Tikal, complesso immerso nella vegetazione tropicale, uno dei più sacri centri Maya insieme a quelli dello Yucatan: Chichen Itza, capitale Tolteca famosa per le sue strutture architettoniche e simbologie collegate al calendario Maya, Uxmal, dove la vertiginosa piramide, secondo la leggenda, sembra essere stata costruita in una sola notte e Palenque, con il noto tempio del sole.

USA: Parchi Nazionali dell'Ovest - Tour guidato di gruppo
Viaggio negli Stati Uniti sulla West Coast, alla scoperta dei meravigliosi parchi dell’Ovest degli USA. Con questo tour nei Parchi degli Stati Uniti dell’Ovest scoprirete sia le meraviglie naturali più famose, sia quelle nascoste. L'itinerario di viaggio propone un mix perfetto tra natura, parchi nazionali e città dell’Ovest, come San Francisco e Las Vegas. L’itinerario è pensato per darvi la possibilità di trascorrere più di una giornata in ogni parco nazionale e di garantirvi contemporaneamente l’assistenza di una guida/autista esperta e scrupolosa, mantenendo la flessibilità e la personalizzazione necessari, grazie ad un gruppo ridotto: massimo 14 persone.

Kirghizistan: attraverso le Montagne Celesti - Gruppi internazionali
La catena montuosa del Tian Shan (letteralmente “Montagne Celesti”) separa il deserto cinese del Taklamakan dalle steppe Kazake, sviluppandosi lungo i confini del Kazakistan, Kyrghizistan e lo Xinkiang e collegandosi a sud con la catena del Pamir. Il gruppo raggiungerà il campo base del Khan Tengri (7.010 m), la seconda vetta più alta dopo il Pik Pobedy (7.439 m), percorrendo la parte kirghisa del Tien Shan. Lungo la strada per Karakol si passerà per il lago Issyk Kul, il secondo lago salato del mondo per grandezza e una delle attrattive principali della regione.

Iscriviti alla nostra Newsletter!